LUTTO PER LA CANOTTIERI
Ci lascia Marco Antonini

La Canottieri Limite esprime la più sentite condoglianze alla famiglia di Marco Antonini che vrebbe compiuto 74 anni il prossimo 5 Aprile. Atleta di spessore che non ha mai appeso i remi al chiodo. Nel 1962 conquista il titolo italiano a Napoli sul lago Patria con il quattro con e poi con lo stesso equipaggio conquista la medaglia d’oro agli allora Europei Junior di Macon in Francia e l’anno successivo a Duisburg in Germania sull’otto federale. Nonostante l’avanzare dell’età, Marco Antonini non aveva mai messo da parte i remi, avendo intrapreso con successo la carriera da Master negli anni 80 vincendo nel 1983 in singolo a Pusiano, riprende a fare gare proprio negli ultimi anni: nel 2014 vince il tricolore in doppio, nel 2016 nell’otto, successo bissato anche lo scorso anno, quando solo gli eventi dei Campionati Italiani in Tipo Regolamentare di Maiori gli impedirono di gareggiare sulla medesima barca con il figlio Alessio, al quale aveva trasmesso la medesima passione per il canottaggio che a sua volta lui aveva ereditato dal padre Angiolo, atleta negli anni 30. Una passione che Alessio ha sfruttato alla grande, andando a conquistare l’argento ai Mondiali Junior del 1993 in quattro con e partecipando sulla medesima imbarcazione ai Mondiali Assoluti del 1994, lo stesso anno vince la Coppa delle Nazioni Europeo under 23. Da domani mattina 14 marzo sarà esposto nella sala del commiato dell'ospedale di Empoli, mentre i funerali Giovedi 15. Verrà cremato a Livorno dopo la celebrazione della messa nella Pieve di Limite, ma prima di lasciare il suo paese ci sarà una sosta davanti la sede storica della Canottieri per ricordare Marco.